martedì 4 novembre 2014

Semi Pazzi al Trotter - secondo Cacciavite Day

In occasione del secondo "Cacciavite Day", giornata di riutilizzo temporaneo di un edificio del parco Trotter di Milano, Semipazzi andra' in scena (probabilmente al coperto viste le avverse previsioni meteo).

SABATO 8 NOVEMBRE ALLE ORE 10
EX CUCINE NEL PARCO TROTTER
via Giacosa 46 - MM Rovereto - via Padova 69 - autobus 56

qui sotto la locandina


Share:

venerdì 24 ottobre 2014

Magnolia

Evete mai notato che i semi della magnolia sono rossi?

Di magnolie in città se ne vedono tante. Le fioriture sono spettacolari ed e' facile notarle.
Magari è più difficile cogliere la bellezza dei loro semi.

In autunno quando cadono a terra i frutti (che sembrano delle pigne), si possono vedere i loro semi, avvolti dalla polpa rossa.


E in effetti il frutto vero e proprio e' racchiuso nella polpa morbida che lo ricopre.
Basta poco per estrarlo.


Fermarsi sotto una pianta e osservarla, riserva sempre delle meravigliose scoperte.

Share:

sabato 18 ottobre 2014

Hibiscus syriacus

L'autunno e' la stagione ideale per andare a caccia di semi.
Anche in città non mancano le occasioni per osservare qualche pianta e notare i semi che produce.

A Milano è abbondantemente usato, in giardini  e parchi pubblici, l'Hibiscus syriacus, pianta molto rustica che produce da luglio a ottobre una moltitudine di fiori.




Come vedete dalla foto qui sopra, in questa stagione potete ancora trovare piante con fiori e semi.
L'Hibiscus syriacus si semina (e autosemina) con grande facilità. I Semi sono contenuti nelle capsule che potere cogliere quando sono secche e marroni.

Dentro la capsula trovate tanti semi che andrebbero seminati a primavera. Oppure si possono fin da subito mettere in un vaso con terriccio e coperte di foglie e laciare che la natura faccia il suo corso.


le capsule e in alto quattro semini

Sicuramente a primavera avrete qualche bella piantina nuova
Share:

mercoledì 1 ottobre 2014

martedì 30 settembre 2014

Bardana

La Bardana (nome scientifico Arctium lappa) trova un posto d'onore tra i semi pazzi.
Sì perche' i semi della Bardana, per farsi trasportare in giro, se ne stanno racchiusi in un fiore cosi' "appiccicoso" che riesce ad aggrapparsi a qualsiasi cosa gli passi accanto.


In questo modo, quando un animale passa da quelle parti strusciandosi contro la pianta, i fiori si aggrapano al suo pelo, per poi cadere piu' lontano e colonizzare un altro territorio.

Molte fonti ritengono che il sistema con cui si appiccicano (le punte sono leggermente uncinate) sia stato di ispirazione per l'invenzione del velcro.


Ma sono molto piu' efficienti del velcro. Si riescono ad aggrappare anche a superfici apparentemente inattaccabili. Se provate a maneggiarne uno potrebbe rimanervi attaccato persino alle mani.


I semi  della bardana


Share:

lunedì 15 settembre 2014

Hai mai visto un cinghiale che mangia?





Come mangiano i cinghiali?
Sono delicati e raffinati come una principessa?
Si lavano le zampe prima di andare a tavola?
E si lavano le zanne dopo aver mangiato?
Ma soprattutto... i noccioli... li sputano, li mangiano, li mandano giù?

I Semi Pazzi ci guidano in questa affascinante mondo dei semi che viaggiano con gli animali.

Ricordo che da bambino capitava di visitare una fattoria di un contadno che aveva dei cinghiali.
Ricordo il divertimento nel lanciare loro le pesche (quelle cadute dall'albero.. ammaccate e pure un po' marce) e ascoltare il rumore del  nocciolo che si frantumava sotto i loro denti.

Della pesca non rimaneva piu' nulla!




Share:

Ghiande


Finisce l'estate.
Prima ancora di vedere le foglie cadere possiamo trovare a terra i semi di molte piante-
Le querce ci regalano enormi quantità di ghiande, da raccogliere e conservare.
Basta fare una passeggiata in un parco, fermarsi sotto gli alberi ed osservare attentamente.
Le ghiande possono avere tante forme diverse, alcune tonde altre piu' allungate.

Alcune rotolano benissimo. Non sono mai sferiche, ma alcune sembrano quasi delle biglie.. ci si può anche giocare!
Share: